sabato 10 gennaio 2009

Il mio Angelo Custode.

Si dice che gli animali siano dotati di una sensibilitá che li rende capaci di avvertire con anticipo l'arrivo di una tempesta.
Io non l'avevo esattemente avvertita, ma una volta che è arrivata non sono riuscita a chiudere occhio durante tutta la notte.

Al mattino ero come in un mondo parallelo. Con un mal di testa terribile e la sensazione di essere intrappolata in una sfera di vetro che mi separava dal resto delle persone.
Il mio angelo custode mi ha praticato una breve digitopressione sul palmo delle mani, nel cuscinetto di carne tra il pollice e l'indice, e lentamente il dolore è svanito.

Non so ancora chi, o che cosa è, Seth.
Se dovessi parlarne oggettivamente, potrei dire semplicemente che è l'amico con cui ho condiviso il tratto piú lungo del mio cammino, almeno finora.

Ma c'è qualcosa che mi sfugge in lui e che non mi permette di catturare la sua essenza.
È un ragazzo dalla sensibilitá estrema, nell'accezione primordiale del termine: è altamente predisposto all'esperienza sensoriale. È una creatura misteriosa, inspiegabile, affascinante. Come un gatto, a volte scompare per un giorno intero, per poi tornare all'improvviso, dal nulla, e inondare con la sua energia positiva tutto lo spazio attorno a sé. Quando non c'è, lo spazio vuoto è pieno della sua assenza.

Non saprei dire la sua etá. Quando ci siamo conosciuti mi ha detto di avere 25 anni, ma in questi giorni ho avuto innumerevoli occasioni per dubitare che fosse vero.
C'è, nel suo modo di pensare, di riflettere, di parlare, un'innata saggezza e una profonda conoscenza di se stesso e del mondo, caratteristiche di una persona ben piú matura e adulta. Quasi direi di un anziano.
Eppure nello stesso tempo, nel suo sguardo gioviale, nella sua risata, nella giocositá dei suoi gesti, risiede una fanciullezza che spesso sfiora l'innocenza di un bambino.

È uno spirito libero, puro. Non riesco a immaginarlo realmente legato a niente e a nessuno. Appartiene solamente a se stesso. Eppure ha una capacitá invidiabile di relazionarsi con completa naturalezza con tutti, specialmente con le donne, e non perchè sia in cerca di sesso e di avventure, tutt'altro. Almeno, non è quello che ho percepito in lui.

È una persona che ha viaggiato moltissimo, e che da ognuna delle innumerevoli esperienze che ha vissuto ha assorbito qualcosa, come una spugna.
A volte mi chiedo per quale ragione ci siamo incontrati, se c'è un motivo al di lá della casualitá delle cose. A volte mi chiedo se non sia una creatura sovrannaturale arrivata da chissá dove con la missione di aiutarmi in qualche modo, ancora non so come. Forse semplicemente facendomi stare bene con la ricchezza delle sue vibrazioni.

Una notte di queste ho sognato Irma. Era da anni che non la incontravo in sogno. Se non sbaglio l'ultima volta era stata la notte della sua morte. Non ricordo quello che succedeva, ma ricordo Lei, mia nonna. E il fatto che sia venuta a trovarmi mi fa pensare che qualcosa di importante sta per succedere, o sta succedendo.

Spesso, quando esco da sola a camminare e scopro un qualche posto particolarmente bello, penso: spero che Seth ci sia passato, che l'abbia visto anche lui, e piú di una volta mi è capitato di incontrarlo pochi minuti dopo aver formulato un pensiero del genere. Non so se è telepatia o semplice coincidenza, ma spesso non abbiamo bisogno di parlare per stabilire una connessione tra le nostre menti. Io lo sento. Non abbiamo una relazione particolarmente affettuosa, nè passiamo tutto il tempo insieme, al contrario: la maggiorparte delle volte ognuno sta per conto suo, ma io noto la sua presenza. E godo della sua presenza, molto spesso silenziosa.

Non sono del tutto sicura che sia una persona vera, un essere umano voglio dire.
Ogni giorno di piú mi sto convincendo di aver incrociato il mio cammino con uno spiritello dei boschi, con un folletto, con un elfo.

O forse, addirittura, con un Angelo.

4 commenti:

valy ha detto...

sono contenta di sapere che hai un angelo accanto, durante questo viaggio...

Anonimo ha detto...

Come ti capisco...Loro ci sono...anch'io sento la presenza e l'energia della mia mamma... E' una sensazione stupenda... Non siamo mai "soli"... Un bacio grande, Manu

dora ha detto...

dici che c'è lo zampino della nonna?

Anonimo ha detto...

nenaaa, que cada vez te me ponés más poética!!! contame el routing, va!! que el mio solo va del ikea al guinardo, jejeje, ya estoy instalada!!! besoss, Luz

Posta un commento